Abbracciami

                                               Marco Masini


Chissà per quale azzurra volontà,
in quell'istante hai detto alla mia anima
che volevi la luna come me
e con il suo infinito andare via
il tempo ci ha concesso solo un attimo
per fermare la corsa e per scendere qui,
da questa malinconia, regina di un falso vivere.
Abbracciami, lascia che il cielo s'innamori un po' di noi,
riscaldami, stanotte è freddo come non è stato mai!

Abbiamo solo questa eternità
per raccontarci tutti i nostri lividi,
ma restiamo in silenzio io e te,
perfetti sconosciuti in sintonia,
due linee parallele che si incontrano
sulla giostra del mondo che passa di qui,
scordando la sua follia, padroni di un altro vivere.

Abbracciami, stanotte è un sogno che facciamo solo noi,
[Abbracciami!]
difendimi come quel figlio che non cresceremo mai, mai!
[Difendimi!]

Abbracciami e il mio corpo sarà il tuo,
riaccendimi la vita, amore mio!

Abbracciami, perché il domani è adesso e adesso te ne vai, vai,
 [Abbracciami!]
ricordati che in questo perdersi esistiamo solo noi!
[Ricordati!]